SISTEMA ANTIREFLUSSO

Il sistema antireflusso consente l’inclinazione del letto per contrastare il problema del reflusso gastrico.
Applicabile a tutti i modelli con telaio in legno realizzabili in versione MANUALE.

MOVIMENTO ANTIREFLUSSO

IL REFLUSSO GASTRO ESOFAGEO

Il reflusso acido gastro-esofageo si verifica quando lo stomaco non si chiude bene e gli acidi gastrici risalgono nell’esofago, irritandone lo strato interno.

Uno dei migliori sistemi per prevenire il verificarsi di questo fenomeno è quello di sollevare il letto sotto la testa. Questa posizione riduce drasticamente il contatto tra l’interno dell’esofago e gli acidi gastrici, oltre a ridurre i disturbi del sonno dell’utente.
E’ stato scientificamente provato che l’altezza ideale a cui va portata la parte del letto su cui si poggia la testa, è di 15 – 18 cm; tale altezza previene gli episodi di reflusso acido gastrico mentre il soggetto è steso. In pratica, più si alza il letto, migliori sono i risultati.

E’ importante sapere che l’intersezione tra lo stomaco e l’esofago è posizionata all’incirca in corrispondenza dell’estremità inferiore delle scapole, che andrebbero di conseguenza sollevate per prevenire il reflusso gastrico. Se non si solleva anche il busto, molto probabilmente non solo il fastidio del reflusso si presenterà nuovamente, ma sarà anche difficile assumere una posizione comoda a causa di dolori a collo e schiena.

IL SISTEMA FLEBOLOGICO

Il sistema flebologico può essere montato a richiesta sui modelli con telaio in legno MOTORIZZATI (ad esclusione del modello Fulgore).
Consigliato a chi avverte senso di affaticamento degli arti inferiori causato da lavori sedentari, gonfiore dei piedi e delle caviglie, problemi di varici, insufficienza venosa ed edemi da malfunzionamento linfatico.

MOVIMENTO FLEBOLOGICO

VENE VARICOSE

Le vene varicose sono vasi ingrossati che provocano un ristagno di sangue soprattutto negli arti inferiori. Sono diversi i modi per curare questo problema: il sistema flebologico apporta un concreto beneficio al sistema venoso e linfatico, previo un corretto posizionamento della particolare pediera. Infatti, sollevando i piedi di circa 8 cm, più o meno all’altezza del cuore, la circolazione del sangue è particolarmente agevolata. Questo esposto è frutto di numerose ed approfondite analisi mediche.